Prestiti Inpdap per Cure Mediche

Prestito Inpdap per Cure Mediche

Il prestito Inpdap per salute è il prestito dedicato a chi ha bisogno di liquidità urgente per sostenere spese mediche per se stesso o per un componente del nucleo familiare.
I prestiti Inpdap per la salute sono rivolti ai pensionati ed ai dipendenti che hanno maturato almeno i quattro anni di anzianità lavorativa necessaria per poter usufruire dei prodotti creditizi erogati dall’Istituto.

Se il finanziamento viene direttamente erogato dall’Inpdap, il prestito è diretto, ma se erogato da una società creditizia convenzionata con l’Inpdap il finanziamento viene chiamato prestito garantito.
Le richieste dei prestiti dedicati alla salute, devono pervenire all’Amministrazione di riferimento o alla sede territoriale o provinciale di appartenenza complete dei modelli prestampati compilati, di autocertificazione di stato di famiglia se le cure si riferiscono ad un parente ed un preventivo delle spese da affrontare.

Le motivazioni più comuni per le quali si richiede un prestito per salute sono per cure odontoiatriche e protesi dentarie per l’iscritto, o per il coniuge o per il figlio per una somma totale che non superi i 15.000 Euro circa. Nel caso in cui entrambi i coniugi presentino domanda per il finanziamento, l’importo erogato ai due richiedenti sarà di somma totale pari 15.000.

Il prestito per salute può essere richiesto anche per l’acquisto di una carrozzella ortopedica, protesi ad elevato costo, ma anche per l’auto per soggetti ipovedenti o adattate per problemi motori del richiedente o altro componente della famiglia per una spesa quota totale di 20.000 Euro. In questo caso alla documentazione della richiesta si deve aggiungere la certificazione medica attestante l’handicap.

E’ possibile inoltre richiedere un prestito per salute allorché l’iscritto si ammali in maniera grave ed irreversibile, in caso di infermità croniche e perdita di autosufficienza per un tetto massimo erogabile di 30.000 Euro / 50.000 Euro. Al momento della domanda si dovranno esibire i moduli generici, i referti, i certificati, le cartelle cliniche e l’autocertificazione dello stato di famiglia.
In ultimo, ma non meno importante, il prestito Inpdap per salute può essere richiesto per il decesso di un familiare, sia coniuge, figlio o genitore dell’iscritto per massimo 15.000 Euro totali.

In qualsiasi caso sopraelencato il prestito Inpdap sarà un finanziamento ad ammortamento con rata e tasso fisso. La rata del prestito Inpdap per salute sarà di un importo pari o minore al quinto cedibile della retribuzione o pensione netta mensile. Il rimborso sarà dilazionato in rate mensili trattenute dal cedolino paga o cedolino pensionistico per 5 anni totali (60 rate totali) a fare data dal secondo mese seguente la data di liquidazione del prestito. Ogni rata sarà la somma di una quota capitale, una quota di interessi ed una quota di premio fondo rischi a copertura del rischio vita e rischio impiego.
Il prestito Inpdap richiesto per motivi di salute viene erogato con accredito sul conto corrente del beneficiario con una tempistica variabile rispetto al numero delle richieste pervenute.

Your email will not be published. Name and Email fields are required.