Prestiti Inpdap Scuola

Prestito Inpdap per la Scuola

Il prestito Inpdap per scuola è il tipo di finanziamento che aiuta a sostenere le spese di iscrizione e le spese per il materiale didattico per gli studenti di corsi post laurea di durata maggiore di 24 mesi.
Possono richiedere ed attivare un prestito Inpdap per studio tutti i pensionati o i lavoratori in servizio che abbiano versato almeno 4 anni di contributi al Fondo per se stessi, per il coniuge o per il figlio.

La domanda può essere rivola direttamente all’Istituto nel caso dei pensionati oppure all’amministrazione di riferimento per i lavoratori oppure ancora nelle società di mediazione creditizia per entrambi i tipi di richiedenti. La domanda deve essere fatta in forma scritta con la compilazione dei modelli preposti con allegato l’autocertificazione dello stato di famiglia, l’autocertificazione con i dati del corso, la documentazione delle spese da sostenere per tutto il corso di studi e, nel caso in cui il prestito Inpdap Studi sia richiesto per il coniuge o il figlio, la certificazione che lo studente sia a carico del richiedente e non abbia un reddito proprio.

L’importo massimo che si può richiedere e che viene erogato è di 15000 Euro. Nel caso in cui il prestito per studio venga richiesto da entrambi i genitori per gli studi del figlio, la somma erogata sarà sempre di 15.000 Euro totali suddivisa per i due richiedenti.

Il prestito scuola viene erogato sotto forma di bonifico bancario direttamente versato sul conto corrente postale o bancario del beneficiario. Il rimborso del prestito per gli studi, in quanto prestito quinquennale, sarà effettuato con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione o con prestiti delega. Il piano di rimborso prevede un ammortamento a rata e tasso fisso.

La rata è la somma di un importo capitale, un importo relativo agli interessi e la restante parte si riferisce all’assicurazione rischio vita e rischio impiego, in ogni caso la cifra della rata di rimborso non supererà la quinta parte dello stipendio o cedolino pensionistico. L’importo liquidato verrà restituito in 60 comode rate mensili (5 anni) a partire dal secondo mese successivo la liquidazione che si aggira in una decina di giorni lavorativi circa.

Nel caso in cui il beneficiario del prestito per studi cambi amministrazione, spetterà alla vecchia amministrazione dare comunicazione alla nuova amministrazione circa i dettagli dei pagamenti delle rate, le coordinate bancarie ed i tempi dei versamenti al fine di portare a compimento in maniera corretta il rimborso della quota ottenuta in prestito.

In caso di un eventuale prematuro decesso del richiedente nel corso del periodo di rimborso del prestito, la somma rimanente non sarà dovuta perchè coperta dallassicurazione che è parte integrante della rata di rimborso.

Your email will not be published. Name and Email fields are required.