Prestito Inpdap Acquisto Auto

Prestito Inpdap per Acquisto Auto

Il prestito Inpdap Auto è quella tipologia di prestito dedicata a chi necessita di liquidità per l’acquisto dell’autovettura.
Possono richiedere un prestito Inpdap tutti i pensionati e i dipendenti pubblici o statali ed che abbiano già maturato almeno quattro anni di anzianità contributiva e siano ovviamente iscritti al Fondo Inpdap.

Il prestito Inpdap per lacquisto dellauto può essere richiesto direttamente all’Amministrazione di appartenenza per i lavoratori, o alla sede Inpdap più vicina per i pensionati, viene chiamato prestito diretto, ma se la domanda viene presentata ad una società creditizia, dove l’Inpdap garantisce per il richiedente, viene chiamato prestito garantito.

In entrambi i casi, la domanda del prestito Inpdap per lacquisto dellauto deve essere fatta compilando gli appositi moduli prestampati e deve essere accompagnata da una copia del preventivo del concessionario ed un’autocertificazione attestante che l’automobile che si sta acquistando è l’unico automezzo di proprietà del richiedente. Tuttavia teniamo a sottolineare che questi finanziamenti possono essere richiesti anche per lacquisto di una moto e ciclomotori e prendono il nome di prestiti moto Inpdap.

L’importo massimo erogabile del prestito Inpdap è stato fissato ad una cifra pari a 10000 Euro circa totali, ma come spiegato successivamente può arrivare anche a 20000 euro.
Il periodo di erogazione può oscillare in base al tempo impiegato a fornire la documentazione completa e la mole di richieste pervenute presso ogni sede territoriale e provinciale.
L’erogazione del prestito INPDAP per auto viene effettuata tramite bonifico al conto corrente o postale del beneficiario del prestito.

Per quanto riguarda il rimborso del prestito, invece, trattandosi generalmente di un prestito quinquennale, avverrà sotto forma di cessione del quinto dello stipendio o della pensione con un piano di ammortamento a rata fissa di somma inferiore o uguale ad 1/5 di una mensilità media netta di retribuzione o pensione per un periodo totale di 60 rate ( 5 anni ), a partire dal secondo mese successivo all’erogazione del prestito.

Le rate di ogni prestito Inpdap per auto comprendono una somma capitale, un importo relativo agli interessi ed un premio fondo rischi a copertura del rischio vita e rischio impiego del richiedente beneficiario del prestito.

E’ possibile richiedere un prestito Inpdap per auto anche per l’acquisto di una macchina per persone ipovedenti o modificate ed adattate per portatori di handicap appartenenti al nucleo familiare, fino ad una somma minore o pari a 20.000 Euro circa. In questo caso la domanda dovrà essere correlata anche di copie della certificazione medica, dell’autocertificazione attestante il genere di parentela e ovviamente del preventivo della spesa da sostenere.

Prestiti Inpdap per Matrimonio

Prestiti Inpdap per Matrimonio

Il prestito Inpdap per matrimonio è il finanziamento creato per tutte le coppie che desiderano sposarsi e necessitano di una liquidità per affrontare le spese dei preparativi per il giorno più bello della loro vita.
Il prestito Inpdap per matrimonio può essere richiesto se almeno uno dei due futuri coniugi è un pensionato dellEnte Inpdap o un lavoratore nellamministrazione pubblica, per il loro matrimonio o per quello del figlio o della figlia. Requisito fondamentale per la finanziabilità di prestiti on line Inpdap per matrimonio è che il richiedente abbia versato almeno 4 anni di contributi al fondo ed il matrimonio sia avvenuto da non più di 12 mesi.

Tutti coloro che decidono di richiedere un prestito Inpdap per matrimonio devono compilare gli appositi modelli ed allegare un’autocertificazione del matrimonio (se già avvenuto, non deve essere da oltre un anno) ed un’autocertificazione dello stato di famiglia.

La somma massima erogabile del prestito Inpdap per l’organizzazione del ricevimento, pranzo di nozze e viaggio di nozze è di 15.000 Euro, anche nel caso in cui entrambi i futuri sposi o i genitori dei novelli sposi presentino la domanda per questa forma di finanziamento, l’importo erogato ai due sarà di somma totale pari a 15.000.

Trattandosi di un prestito quinquennale, la somma erogata agli sposi dovrà essere restituita con l’applicazione di una trattenuta mensile sulla busta paga o cedolino della pensione di importo pari al massimo ad un quinto di una mensilità netta. Essendo il prestito ad ammortamento a rata fissa e tasso fisso, le rate verranno mensilmente detratte per 60 mesi consecutivi a partire dal secondo mese successivo alla liquidazione del prestito.

Gli sposi disporranno della liquidazione del prestito attraverso un bonifico bancario direttamente sul conto corrente del beneficiario del prestito dove gli viene accreditato lo stipendio o la pensione.

C’e da ricordare, cosa molto importante, che nelle rate mensili, decurtate dal cedolino paga o cedolino pensionistico, sono comprensive di una quota capitale, di una quota di interessi e di un importo relativo all’assicurazione rischio vita e rischio impiego.